Ho necessità di digerire le parole, trasformarle .... espulsione anaerobica ... e poi trasportarle nell'impianto di compostaggio del linguaggio ignorato

I versi andarono pel mondo dalla potenza del dolor sospinti

La pubblicazione delle opere in questo sito è subordinata dall'approvazione degli autori

Buona lettura !

Da spina in verbo




                           Il confondersi di un ramo sciolto in gemma 
 narra d’ogni virgola il ricamo a rosso acceso 

 Poeta è chi riesce a rispondere sul foglio 
 ai morsi della vita -dente a dente- 
 a fil di spada il segno si ripassa 
 marchiato a fuoco sulla pelle 
 l’eco di un fiore sbucciato dal dolore 

 La mano asciuga una lacrima d’addio 
   - il verso ha ali grandi e non rimane- 
    l’occhio vede attraverso la sua coltre 
            e l’oltre appare appannandosi di fiato

          
                                                                                                       Annamaria Giannini
          
                                                                        
 





Nessun commento:

Posta un commento